IL PRINCIPE DELLA RISATA APPRODA A BENEVENTO

 

S’intitola “Totò Benevento” la personale di Andrea Petrone, che sarà inaugurata martedì 6 luglio nella Rocca dei Rettori di Benevento. La simpatica mostra, inserita nella rassegna “Quattro notti di luna piena”, è dedicata all’intramontabile attore partenopeo, che si erge ad icona di un popolo solare e creativo. Petrone imposta la figura di Totò su fondo rosso ed esalta la sua espressione mediante una resa caricaturale, che accentua le smorfie e i difetti fisici. Nei movimenti disarticolati di Totò, l’artista coglie non solo improvvisazione e capacità mimica, ma qualcosa di più profondo: intuisce che dietro quella buffa marionetta si può celare un manifesto surreale su come intendere e affrontare la vita. La gestualità delle mani, i colori accesi, le pose innaturali conferiscono al principe della risata una dimensione fiabesca. Tale è la percezione dei divi da parte delle masse, come insegna Andy Warhol nei celebri ritratti di Marilyn Monroe, Liz Taylor, Mao Tse Tung.

Con spirito sagace, fervida fantasia, realismo caricaturale, Andrea Petrone tende a configurare le più svariate situazioni, ad immaginare incontri e trasformazioni che sottendono l’universalità dell’arte di Totò, interprete col sorriso e l’ironia, delle molteplici sfaccettature dell’animo umano. È un modo per rilevare la complessità dell’uomo contemporaneo, sul filo accattivante dell’umorismo e del paradosso.

In previsione del Natale, l’artista propone al governatore Bassolino una tombolata in Piazza Plebiscito con i protagonisti della politica, dell’arte, dello spettacolo. Nelle caselle della tombola ha già dipinto Pino Daniele e Marilyn Monroe, Silvio Berlusconi e Che Guevara, in una combinazione casuale, giocosa, tesa a ricondurre il globale al locale ed a risolvere i contrasti nella tradizione del gioco di società.

 

Marco di Mauro