GIOIELLI D’ARTE IN COSTIERA

 

Si intitola “L’oggetto itinerante: gioielli d’artista” la mostra di Antonio Picardi che sarà inaugurata domenica 30 luglio a Vico Equense, presso lo Studio Starace ed il Museo Mineralogico Campano. Antonio Picardi concepisce il gioiello come opera d’arte da indossare, da vivere in prima persona con il proprio corpo, che ne costituisce il necessario complemento. I suoi gioielli superano la dimensione estetica, sono l’espressione di una ricerca creativa che tende, attraverso un linguaggio sintetico e minimale, a cogliere l’intima essenza della donna, la verità che si cela dietro un velo di ostentata sicurezza. Picardi traduce la fragilità e la purezza dell’animo femminile in raffinati gioielli in oro, corallo e madreperla, che vibrano come fragili membrane esposte al vento e scintillano come un mare increspato alla luce del sole.

L’energia cinetica è una componente essenziale dell’opera di Picardi, perché rende l’oggetto vivo e mutevole, in sintonia con il corpo umano e con l’ambiente che lo circonda. Come osserva Loredana Rea, curatrice della mostra, “la materia trattata evidenzia come centrale una visione della natura, ispirata alla disciplina zen, che fa propri al tempo stesso incanto e disincanto.”

La mostra, che si inserisce nel calendario delle rassegne estive del comune di Vico Equense, sarà visitabile fino al 31 agosto.

 

Marco di Mauro