A MERGELLINA LE FOTO DI FABRIZIO FIORENZANO

 

“They Want to Live” è il titolo della mostra fotografica di Fabrizio Fiorenzano, allestita nei locali attigui alla chiesa di S. Maria del Parto, in via Mergellina 21. L’artista napoletano - già vincitore del premio fotografico UNESCO Italia 2002 e medaglia d'oro per l'arte digitale alla terza Biennale d’arte contemporanea di Firenze (2001) - ha realizzato, nei locali di Mergellina, una toccante installazione sui temi dell'infanzia e della terza età. L’installazione comprende quaranta fotografie a colori di medio formato, scattate durante i suoi viaggi in Nepal (2001) e in Cambogia (1999). Molte sono le immagini del Tinpiple Village, che testimoniano l’operato del missionario americano Eugene L. Watrin, e del lebbrosario di Pashupatinath, diretto dalle suore dell’ordine di Madre Teresa. I proventi raccolti alla mostra, aperta fino al 19 dicembre, saranno devoluti alla Godavari Alumni Association di Kathmandu, in Nepal, diretta da Eugene L. Watrin.

Fabrizio Fiorenzano, noto per i suoi reportage dall’Asia, opera nel campo dell’informazione dal 1990. Con insaziabile volontà d’indagine, nel campo dell’informatica e delle nuove tecnologie, l’artista ha scoperto la possibilità di assemblare materiale fotografico e digitale. Il connubio, da lui ricercato con insistenza, tra il computer e la macchina fotografica ha raggiunto esiti notevoli nelle dieci installazioni esposte alla Biennale di Firenze. Attraverso l’obiettivo, il fotografo scava nelle radici dell’essere, al fine di cogliere le intime cause della gioia, del dolore, dell’ira, o dello stupore. L’intervento digitale, lungi dall’essere uno sfondo, completa ed amplifica il senso delle immagini, che acquistano immediatezza espressiva e densità metaforica.

 

Marco di Mauro